Categorie
Bambini e quell’attrazione irresistibile per l’arrampicata: ecco il perchè
19363
post-template-default,single,single-post,postid-19363,single-format-standard,bridge-core-3.0.1,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled, vertical_menu_hidden,vertical_menu_hidden_with_logo, vertical_menu_width_260,qode-theme-ver-28.7,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.8.0,vc_responsive

Bambini e quell’attrazione irresistibile per l’arrampicata: ecco il perchè

Bambini e quell’attrazione irresistibile per l’arrampicata: ecco il perchè

Chiunque abbia avuto a che fare con un bambino – genitori, ovviamente, ma anche nonni, educatori, amici di famiglia – sa che in ogni piccolo si nasconde uno scalatore. Anche se questa tendenza a salire su ogni supporto può incutere qualche timore nei grandi, non bisogna dimenticarsi che “scalare” è un istinto insito in ognuno di noi. In questo modo, i bimbi possono mettere alla prova il loro corpo, sentire la tensione dei muscoli e, soprattutto, iniziare a vedere il mondo da un’altra prospettiva. Una volta raggiunto l’obiettivo, in alto, i piccoli soddisfano non solo un bisogno fisico, ma esercitano anche la loro curiosità, il loro pensiero critico e imparano a risolvere i primi problemi. Insomma, non bisogna vietare ai cuccioli di casa di arrampicarsi – sarebbe un po’ come privarli della gioia di raggiungere le loro prime “vette”, i lori primi successi, con la conseguente iniezione di autostima – ma ovviamente metterli in condizione di farlo in sicurezza. Per rendere l’esperienza della scalata solo una bella avventura, la palestra migliore è sicuramente una ludoteca attrezzata con playground e strutture all’altezza. Per scoprire le location migliori dove portare i propri bambini, basta verificare che siano allestite da Go-Leisure, azienda leader nella consulenza, progettazione e fornitura di aree ludiche attrezzate per interni ed esterni, sempre collaudate e certificate secondo i più severi standard. Tra l’altro, proprio per regalare nuovi stimoli anche ai mini esploratori più esigenti, Go-Leisure propone ogni anno giochi e soluzioni sempre diverse: come la magnifica rete volante connessa ai playground, la spettacolare evoluzione della classica gabbia con rete. Arrampicandosi e mettendosi alla prova con questa rete volante, sospesa e coloratissima, i bambini vivranno l’emozione di atterrare su altro pianeta!

I benefici dell’arrampicata
Come dicevamo, arrampicarsi fa bene non solo al corpo, ma anche alla mente e alla socialità. I bambini usano abilità come l’arrampicata per scoprire e testare l’ambiente man mano che crescono. E i playground e le strutture delle ludoteche consentono ai piccini di condurre questa importante esplorazione in un ambiente sicuro, ma stimolante. Più nel dettaglio, questo esercizio comporta numerosi vantaggi a livello fisico: aumento del tono e della forza muscolare, potenziamento della coordinazione, miglior percezione visiva, e più in generale uno sviluppo ottimale di agilità ed equilibrio. Sappiamo bene che l’attività fisica è fondamentale affinchè un corpo possa crescere sano, ma è altrettanto vero che questo tipo di esercizio ha un riverbero positivo anche sullo sviluppo cognitivo.

“Salire” fa bene a corpo e mente
Se risulta facile comprendere quanto l’arrampicata possa essere importante sotto il piano fisico, può invece essere meno immediato capire quanto valga anche sotto il profilo cognitivo. I movimenti richiesti dall’arrampicata, infatti, impegnano diverse aree del cervello. Che si tratti di una rete sospesa, di una scala o di una parete rocciosa, per salirvi il bambino deve “studiare” e mettere in atto una precisa strategia per riuscire nell’impresa. In questo modo, svolge una serie di azioni e comportamenti utili ad esercitare le capacità decisionali, a visualizzare le soluzioni e a programmare un piano. In sintesi, si tratta di un vero compito di problem solving che, oltre a fargli guadagnare la vetta, darà al bambino preziosi strumenti anche per la scuola e la vita.